“Mmm…sembra facile!.” Questo è il primo pensiero di chi vuole aprire un negozio online.

C’è l’idea (spesso vincente) di iniziare a vendere i propri prodotti o servizi su internet per aumentare il fatturato della propria attività aprendo un negozio sempre disponibile sullo smartphone di ogni potenziale cliente. Ok, quale piattaforma e-commerce scegliere per iniziare?

Un piccolo appunto prima di iniziare.

Non è tutto oro ciò che luccica. Dietro la struttura e l’organizzazione ogni e-commerce (che si rispetti) vi sono una serie parametri da settare a livello di configurazione della piattaforma, ma anche da gestire tutti quegli aspetti legati alla promozione e allo sviluppo commerciale del portale come, ad esempio, l’ottimizzazione SEO di tutte le schede prodotto (affinché Google possa indicizzare al meglio l’articolo nei risultati di ricerca), oppure la creazione e lo sviluppo delle newsletter, retargeting, gestione Social Media, sponsorizzazioni ecc.

Il lavoro per avviare un e-commerce, quindi, non è esclusivamente limitato alla creazione di un portale aspettando i clienti per incrementare le vendite ed ottenere i risultati.Insomma, il tuo lavoro non si limita a modellare un portale per vendere per poi sederti sul divano e aspettare i risultati, E’ comunque fondamentale scegliere la piattaforma e-commerce più idonea alle nostre necessità. Ecco quindi le nostre tre soluzioni.

Woocommerce, ecommerce per WordPress

Questa è la piattaforma ideale per chi desidera trasformare il proprio sito o blog aziendale costruito con WordPress in un negozio online. Woocommerce è quindi un plugin da aggiungere al Content Management System (CMS) più diffuso per aprire siti web e blog.

Con Woocommerce puoi creare un negozio online semplice ma funzionale, ideale per piccoli volumi di vendite e che non necessitano particolari impegni in termini di struttura. I vantaggi di questa soluzione sono chiari:

  • Non devi rinunciare al tuo di partenza.
  • Nessun trasferimento su altri CMS.
  • Puoi sfruttare la versatilità di WordPress.
  • Hai centinaia di plugin a disposizione.

Woocommerce ha una buona base di partenza per rendere personalizzato il proprio e-commerce, ma se necessiti di implementazioni particolari, sarà necessario scaricare nuovi plugin, come ad esempio l’attivazione di offerte, gestione dei pesi/volumi per i corrieri ecc.

I difetti di Woocommerce

Per personalizzare Woocommerce ci sono plugin per qualunque necessità, ma tutto questo appesantisce il codice. Il Pagespeed Insight di Google inevitabilmente segnalerà diversi problemi dopo l’installazione di Woocommerce. E resta sempre un surrogato, qualcosa che trasforma il CMS.

Prestashop, CMS dedicato ai negozi online

Rispetto a Woocommerce, questa piattaforma offre la possibilità di creare un e-commerce con un CMS specifico dedicato esclusivamente alla vendita online, ovvero studiato e progettato per raggiungere utenti del web che trasformerai in clienti.

Prestashop dispone dell’enorme vantaggio di essere una equilibrata combinazione tra una piattaforma di sostanziale semplice utilizzo ed essere stata creata per aprire un negozio online. La gestione di un e-commerce non è riservata esclusivamente ad esperti programmatori o webmaster; è chiaro che stiamo parlando di un CMS estremamente tecnico, pur rimanendo gestibile ed altamente personalizzabile.

ecommerce

Un notevole vantaggio di Prestahop è la presenza di una community sempre attiva per sviluppare informazioni, risolvere problemi ed aiutarti a migliorare il tuo e-commerce.

Esistono aspetti negativi di Prestashop?

Beh, sostanzialmente no. Sicuramente è ben più articolato di un semplice sito costruito in WordPress e necessiterà di un investimento di partenza piuttosto importante sia da un punto di vista di sviluppo strutturale che in termini di hosting che ospiterà il tuo negozio online. Considerando le enormi potenzialità di questo strumento (la cui versione base è totalmente gratuita e disponibile in quasi ogni lingua mondiale) i migliori plugin di implementazione sono a pagamento.

Shopify, ti iscrivi e apri lo shop su internet

Esiste anche una via di mezzo tra Woocommerce e Prestashop: si chiama Shopify. Ovvero un tool che ti permette di aprire un negozio online semplicemente iscrivendoti al servizio del sito web madre. Shopify nasce per ridurre al minimo le difficoltà di chi vuole vendere online i propri prodotti con pochi e semplici passaggi.

Shopify mette a disposizione temi predefiniti (gratuiti e a pagamento) e un’app per smartphone per gestire il negozio. Una peculiarità interessante di Shopify è la possibilità di organizzare graficamente le proprie pagine e le risorse con il pratico sistema drag & drop, ovvero senza necessariamente conoscere il codice HTML.

In poche parole Shopify risulta essere una buona base, pronta all’uso e semplice da usare. Pecca di scarsa personalizzazione per la creazione di grandi negozi online, ma si rivela molto utile per chi vuole partire velocemente e in piccole dimensioni.

Quale piattaforma scegliere?

Oltre a Woocommerce, Prestashop e Shopify esistono anche altre piattaforme per sviluppare il tuo e-commerce, come ad esempio Joomla, Drupal e Magento (questi destinati a grandissimi portali e molto articolati).